CalabriaInforma

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Mi ricordo bene le facce scavate di alcune donne del Sud. Avevano l'aria triste e gli occhi spenti, vestivano rigorosamente di nero: un lutto di vent'anni prima che gravava su una v

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

A Torino nasce un'associazione culturale, ha nome 'Stazione delle Storie', fondata da Chiara Nirta, ragazza Bovalinese (Rc), trasferitasi al Nord per questioni di Studio. L'associazione, -dice Chiara- ha l'intento di coagulare attorno a sé tutte le giovani menti e condurle al confronto, ad emergere, a farsi strada a crescere assieme. Perché la Cultura salva e rende cittadini, non sudditi; perché i ragazzi non h

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Ci sono uomini che sembrano condurre con sé visi normali, facce borghesi, atteggiamenti calmi, ma sono gli stessi al cui interno smuove e impazza la vita che non contengono, che gli scorre nel sangue pronta ad esplodere in un rosso di sangue tradotto in ballo licenzioso e seducente, irrequieto e nevrastenic

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

E' molto difficile vivere, vero? E' molto doloroso farsi comprendere quando tutti intorno a te mentre spieghi loro le tue ragion

Leggi tutto...

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

E' una strana storia quella di Yair, il personaggio de 'Che tu sia per me il coltello' di Grossman. Decide di intraprende una relazione epistolare, cioè solo formata di corrispondenze e di parole con una donna; una donna che sceglie da un dettaglio, da un suo mod

Leggi tutto...

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Mi trovo a leggere sciocchezze, a udirle,  riguardo il sesso che mi lasciano sconfortata. Sembrate vivere nel basso

Leggi tutto...

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Amelie aveva avuto un grande dono dalla vita, sentire. Sentire troppo. Fin da bambina aveva i sensi smodatamente sviluppati e la sensibilità di chi le cose non riesce a farsele scivolare addosso, proprio per principio.

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Adel si rigirava l'anello fra le mani, convulsamente. Era notte fonda, fischiava un vento crudele là fuori da penetrare roboante fra l'incuria degli spifferi. La notte che lacera i pensieri e assomma tutti i rovelli del mondo le impediva il sonno facendole barcollare i sensi come un ubriaco sragionante. 'L'Amore' -si diceva- 'perché spendo il mio tempo a speculare su di lui. Perché finisco a impigliarmi nell'immagine di Jin? Ji

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Quando il sole si fa guardare senza ledere lo sguardo... la primavera è ancor troppo lontana, ma non sai mai se da là fuori o dall'interno della tua anima. Il 'non si sa mai' è una locuzione che amo, è un neutro, è compito della tua sensibilità interpretarlo favorevolmente o meno.

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

La piccolezza dell'essere umano, è talmente tanto esigua che ogni individuo, persino colui che occupa un posto ben radicato fra gli affetti, colui che ha il suo cantuccio stabile e protettivo è sostituibile, è finito, destinato a corrodersi, sgretolarsi, lasciare questo mondo e tutte le abitudini insostituibili che nei giorni di sole ci fanno sentire madidi d'onnipotenza e immortalità, eppure eguaLeggi tutto...

Leggi tutto...