CalabriaInforma

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

E' la troppa fretta che fotte tutti, è l'impazienza di raggiungere quell'emozione. Te lo ricordi la prima volta che ti sei innamorata? Il groppo allo stomaco, dico... non avevi fame, eri svogliata e sognante, niente appetito, eri piena solo d'adrenalina; La camera chiusa a chiave, le sigarette spente una dopo l'altra per terra, avresti pulito l'indomani, anche il cuscino macchiato di lacrime e mascara, anche la sensazione di disagio di fronte allo specchio, perché temevi di

Leggi tutto...

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Certe notti le donne non dormono, certe notti anche se hanno la schiena spezzata, le gambe stanche, la testa in rovina e il sonno lo sentono avvicinarsi come una piccola morte necessaria, uno stacco rigenerante, non dormono: piangono.

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Le scuole sono delle trappole che spengono l'intelligenza. Le scuole traboccano di docenti spenti, perché non ce la fanno più a reggere il fantasma dal canino aguzzo che li mordicchia, quello della precarietà. Un tempo furono studenti accesi e pieni di zelo, volevano dare al mondo il loro contributo, volevo accendere nei vostri figlio l'Amore per la cultura, ma come possono? Se non hanno neppure la certezza di poterlo fare?

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

'Perché fumi?' 'Il sapore amaro in bocca!' 'No, sei autolesionista... ti stai punendo!' 'Le cicatrici non si vedono...' 'Ma la testa te la tieni quando fai la doccia?' 'L'acqua scende troppo velocemente, non capisco se è il cuore, un vaso intracranico in testa...

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

La vita sui libri ha un senso se accompagnata alla vita vissuta in strada. Nessuno di voi può dire di conoscermi io sono tutto, ho masticato tutte le compagnie, agli avvocati ho controbattuto, ai letterati ho dato filo da torcere, sono stata amica dei burocrati e degli ubriachi, delle donnette colle mentalità chiuse,

Leggi tutto...

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il sesso aveva perso la sua magia nel secolo della tecnologia. Dall'Amore si era passati a sesso, dal sesso a un semplice meccanicismo, erano pochi quelli che nel secolo dell'incomunicabilità sapevano ancora amarsi come i satiri, come le concubine, come le dame del mondo antico.

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Era nuda, al quinto piano dello stabile, senza occhi indiscreti, senza rumori cittadini che la importunassero. Il ronzio soltanto, soffocato di qualche motocicletta distante pareva mare agitato, ma le onde erano adesso molto lontane.

Leggi tutto...

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Maria guardava la luna. La luna si ergeva e di lei non se ne accorgeva, era uno dei tanti sassolini che le rivolgevano lo sguardo. Maria era affetta da una malattia strana: l'ipersensibilità.

Leggi tutto...

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Scrivere con la rabbia dentro, tentare di spiegare a se stessi quale parte del sistema nervoso è andata in fumo e quale fra tutte le emozioni è stato il terribile gladiatore che ha reciso le gambe alla mia stabilità.

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

'Mi chiamo Ector, sono un uomo solo. Per 'solo' non intendo il fatto di essere numericamente desolato. La gente mi assiepa, mi circonda, mi sputa in faccia il loro fumo di sigaretta, mi gracchia di fronte, mi urla dietro, ma sono solo un miraggio.

Leggi tutto...