CalabriaInforma

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 

Non so se vi siete mai accorti, cari signori Calabresi di cosa vi fiancheggia quando costeggiate la Ionica. Voi lo osservate mai tutto quel Mare? Specificatamente tra Bova e Reggio c'è una curva immensa che mozza il fiato in gola, e in cui lo sguardo si smarrisce nell'azzurro salino. E' un blu sterminato, una bellezza oltremodo palese. Sono sicura che avr

Leggi tutto...

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Penso che il compito di chi Scriva non sia soltanto raccontare sogni e lieto fine, non sia soltanto edulcorare il quadro esistenziale che ben spesso è viceversa spigoloso e acuminato, penso che Scrivere sia anche narrare della realtà, persino dei lati grotteschi della vita, del putridume, degli anfratti umani più corrotti e mistificatori.

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 

Ero al mare oggi, prima che le onde mi lambissero i sensi. Allora ho voluto accarezzare l'onda schiumosa, così, per un istinto nato come un mulinello fuorviante: un mulinesso dentro, e Iddio sa quanto fort

Leggi tutto...

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

La Poesia ch'è il senso della vita, qualche volta si cela e s'annida nella sensorialità tattile, in quella olfattiva, in quel gusto aspro che t'investe con rasposa nostalgia di tempi andati e lune riflesse sul Mare. Ma voi l'osservate bene il Mare? E non vi ricorda il moto perpetuo per eccellenza della vita? Un sommuovere e tumultuare paziente e caparbio, lento, pe

Leggi tutto...

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 

 

Settembre, settembre, settembre. Come dire esami, come dire studio, come dire lavoro, come sinonimo di stress. Almeno così è rispettivamente per Andrea e Niccolò.
Andrea principia una nuova sessione esami, con ancora sulla pelle i rimasugli di un'abbronzatura esti

Leggi tutto...

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 

Ore 3.25 del mattino. Caldo afoso e appiccicaticcio, stelle in cielo dalla finestra ne ho contate trentacinque. La Costellazione del Carro la vidi per la prima volta dal balcone di casa mia a otto anni, fui fermamente convinta di averla scoperta io, sin quando a quattordici non scoprì che qualcuno mi aveva già preceduto. Preceduto di parecchio.

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Capitolo 2


Ma perché la gente s'accascia? Cioè, perché s'accontenta di arrancare a stento in salita, limitandosi alla mera sopravvivenza? Svolgono una vita pregna di qualunquismi e brutture, senza amore per un libro, senza curiosità di conoscere, privi della sensazione ruvida e sviscerante che la pagina

Leggi tutto...

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 

Capitolo 1

Mi sento annegare nel mio stesso sudore, sono madida, il pigiama mi grava addosso come se pesasse oltremodo, mi aderisce sotto le ascelle, tra le giunture delle ginocchia, sui seni, mi sento soffocare, e dappertutto importunare il corpo da questo tessuto zuppo.

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Io credo d'essere affetta di Relativismo, credo di dar peso a ciò ch'è inconsistente, e tutto ciò che è impalpabile. Spendo energie e investo sentimenti nel nulla più profondo, nell'ansia di ciò che non sarà mai, nell'opportunità che se n'è fuggita dal repertorio delle mie potenziali "adempienze".

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 

Rimbaud parlava di deragliamento dei sensi, ma io ora mi sento dispersa e senza "Battello Ebbro", senza anche Rimbaud stesso. Deragliare emotivamente, ma nessun paradiso artificiale di sorta, smarrita soltanto nei meandri dell'indistinto.

Leggi tutto...