CalabriaInforma

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

"Fahrenheit 451" il libro che m'accompagna questa notte. L'autore è Ray Bradbury. Viene narrata la storia di Montag: è un uomo che tenta disperatamente di sentirsi vivo e ritrovarsi, prima che lo smarrimento inaridente della tecnologia imperante lo conduca alla morte emotiva.

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Poi ci sono quei giorni in cui mi chiedo davvero se ho imparato a bastarmi. Ci hanno sempre insegnato che la solitudine sia una componente negativa e da cui rifuggire. Ho sempre creduto fosse errato, o meglio: la solitudine sarebbe da eludere quando in eccedenza, quando ci atterra e ci annichilisce.

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Ci sono dei giorni in cui proprio non ce la faccio. Il putridume mi annega e la stanchezza mi sopraffà. Ho sempre amato studiare e conoscere, una smania di sapere che mi ha sempre condotta a sondare e perlustrare, per intendere meglio i mondi che mi circondano e non.

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Marì lo guardava di sottecchi, sfiorandosi una coscia col polpastrello. Lei muta, mentre il  corpo delineva dal desiderio ciò che lei non osava proferire verbalmente. Lui se ne accorgeva e prontamente ditoglieva lo sguardo.

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Una volta che assaggi il disinganno la pace t'abbandona come conseguenza. Siamo sordide e ignare pedine di  una realtà che ci creiamo. Realtà come bolle in cui ci ovattiamo per riuscire a sopravanzare sugli asfalti della vita.

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Qualche volta la rabbia mi inghiotte, il visto si distorce, in simbiosi con le budella che sembra si contorcano a basso ventre come serpi. E' stupefacente come la pupilla si dilati per fagocitare immagini e in realtà non distingua nulla, fuorché un affastellamento d

Leggi tutto...

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

A Como, tra la gente con dentro gli occhi i rimasugli celesti di cielo dei padri austriaci. A Como, a vedere se scorgo "Quel ramo", tra la gente slanciata dall'accento mellifluo io, piccola, con dentro la tarantola e il solleone dell'altro estremo di casa ero, distonia relazionata a qual

Leggi tutto...

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 

C'è una stella in cielo a destra, dopo il pino imponente che stormisce (o rabbrividisce?). Un vento trasversale bagna i muri delle case, riconduce all'udito mio rumori soffocati, provenienti dalle luci affoganti oltre il promontorio.

Leggi tutto...

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Kally era prona a faccia in giù sui sassi, sui sassi della spiaggia. Dovete immaginarvela stesa a pelle di leone, sulle pietre roventi mentre la pelle le bruciava e in mano reggeva un coltellino a scatto. Tutta la gente intorno assiepata, neppure un centimetro libero di bagnasciuga, eppure era così sola nella sua impermeabilità esistenziale, non udiva nulla. L'ambiente circostante col suo tram

Leggi tutto...

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

"Potrebbe essere un sogno meritevole, la voglia impellente di salire su un treno e non sapere, finché il mezzo itinerante non s'arresta al capolinea dove si è diretti? Così, andarsene in un posto senza un dove in testa, solo fuggire e osservare fuori dal finestrino tassativamente pieno d'aloni, il mondo che scorre. Di notte, un viaggio, tu e il treno e quello che c'è là fuori: nient'altro.

Leggi tutto...

Leggi tutto...