CalabriaInforma

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Sabato, all’Oreste Granillo di Reggio Calabria, andrà in scena quello che possiamo definire il big match della nona giornata di serie C, girone C. Reggina e Catanzaro dopo anni di campionati anonimi si trovano ad avere delle vere e proprie corazzate per la categoria, con l’unico obbiettivo di vincere il campionato e tornare in serie B. Entrambe le squadre si trovano a 16 punti in classifica a soli tre punti dalla capolista Ternana, con uno score per gli amaranto di 4 vittorie e 4 pareggi (unica squadra ancora imbattuta) e 5 vittorie, 1 pareggio e 2 sconfitte per i giallorossi. Sarà una sfida su molti fronti, tra i presidenti Gallo e Noto, vincenti nel ramo imprenditoriale e sperano presto anche in quello sportivo, tra i mister Toscano e Auteri conoscitori come pochi della serie C, tra i Ds Taibi e Lo Giudice in grado di portare i calciatori giusti nelle rispettive società e tra le due tifoserie considerate tra le più calorose d’Italia. Entrambe le squadre propongono un calcio che impersona le richieste dei propri tecnici. Il Catanzaro di Auteri esprime il miglior calcio dell’intera categoria, fatto di verticalizzazioni e attacco della profondità, mentre la Reggina di Toscano è una squadra solida e quadrata pronta a far valere il fattore campo per portare a casa l’intera posta in palio. Il “Granillo” sarà un autentica bolgia. Si prevedono almeno 12.000 spettatori con la presenza anche dei tifosi ospiti (1122 i biglietti disponibili per i giallorossi) per quello che sarà un derby pieno di colori, cori e sfottò com’è giusto che sia. Tra gli ex della partita per il Catanzaro gli attaccanti: Fischnaller e Bianchimano e i centrocampisti Di Livio e Maita. Da ricordare che Figliomeni e Statella sono nati in provincia di Reggio Calabria ma non hanno mai indossato la casacca amaranto. Nessun ex in campo per la Reggina con il solo Guarna nato a Catanzaro ma con nessuna presenza tra le file dei giallorossi. Fuori dal campo l’attuale team manager amaranto Patti ha indossato da calciatore la maglia delle aquile. Siamo ancora alla nona giornata ed un eventuale vittoria di una delle due contendenti non deciderà sicuramente il campionato ma rafforzerà la consapevolezza di potersela giocare fino alla fine. L’incontro sarà diretto dal signor Paterna di Teramo coadiuvato dai signori Ceccon e Cataldo. Non ci resta che attendere il fischio d’inizio e goderci lo spettacolo in campo e sugli spalti di questo derby d’alta quota.