CalabriaInforma
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

52024107 10215220257392608 1244329030119849984 oL’Acd Bianco (17 punti), ha perso ieri di fronte al pubblico di casa una ghiotta occasione per tirarsi un po fuori dalle sabbie mobili in cui già si trovava; la sconfitta (0-2) è stata perentoria quanto immeritata, a prevalere sono stati gli uomini di mister Mammoliti del Saint Michel (32 punti) che ora può seriamente puntare alla zona play off distante appena due punti. Certo, la sconfitta brucia ancora e parecchio e fa recriminare molto sulle tante occasioni sprecate dagli uomini di mister Criaco, soprattutto nel primo tempo con Maviglia, Trimboli, Raschellà e Leveque.

Con questa sconfitta le chance di salvezza si assottigliano ancora di più ed ora serve veramente un "miracolo" per riuscire ad invertire la rotta e cercare di salvare una stagione nata male e proseguita peggio. Quella di ieri era una partita da dentro-fuori ed il verdetto, alla luce di quanto visto in campo, è stato inesorabile! sconfitta per 0-2 e terz’ultimo posto in classifica in piena zona play out. Sull’esito finale dell’incontro, ad onor del vero, pesa anche la cattiva giornata dell’arbitro, Signor Costantino di Reggio Calabria, che ha penalizzato molto i padroni di casa con decisioni apparse alquanto discutibili come per esempio l’annullamento di un gol (sarebbe stato l’1-1) nel secondo tempo, che ai più è parso del tutto regolare. Ma questo non deve essere un alibi, perché anche gli uomini di mister Criaco ci hanno messo del loro non riuscendo a concretizzare sotto rete, soprattutto nella prima frazione di gioco, la grande mole di lavoro costruita dalla squadra. Ora l’obiettivo primario da puntare (e da non fallire!) è quello di riuscire a giocare in casa i probabili incontri play out, la corsa bisogna farla sul Palizzi (19 punti) che oggi ha un difficile incontro in casa del Rosarno e sul San Gaetano Catanoso (21 punti) che ieri ha vinto in casa (2-0) un importante incontro contro la Fortitudo Calcio Reggio.

Per quanto riguarda la cronaca, nel primo tempo il pallino del gioco è stato quasi sempre in mano ai biancazzurri di mister Criaco ed infatti si sono registrate numerose azioni pericolose sotto51907618 10215220227591863 49330572727681024 o porta, soprattutto, come dicevamo prima, con Maviglia, Raschellà, Leveque e Trimboli (autentico furetto…ma un po troppo “innamorato” del pallone, ma questa non è certo una novità!). Già al 3’ la prima azione pericolosa con Trimboli che sull’out destro supera di slancio due avversari e si presenta in area da solo davanti al portiere ospite, la foga gli fa perdere il passo e lo fa rovinare a terra perdendo una ghiotta occasione. Al 6’ è ancora Trimboli che tira da poco fuori area ma la palla viene ribattuta in angolo, dagli sviluppi dello stesso, svetta in area Placanica (buono il suo rientro) che di testa fa venire un brivido sulla schiena agli ospiti. Nel frattempo il Saint Michel non sta a guardare e di tanto in tanto riparte con azioni di alleggerimento che hanno soprattutto lo scopo di allentare la pressione. Altre azioni pericolose si registrano: all’ 8’, al 10’ e al 13’, mentre al 14’. sugli sviluppi di un calcio d’angolo gli ospiti passano incredibilmente in vantaggio grazie ad una sfortunatissima autorete; dopo il tiro dalla bandierina in area si verifica un batti e ribatti che fa carambolare la palla sulle gambe di Marte e Placanica che consentono alla palla di rotolare in rete…è 0-1! Al 28’ il Bianco potrebbe pareggiare con Maviglia che da solo, davanti al portiere ospite, fa un pallonetto che finisce la sua corsa un paio di centimetri sopra la traversa. Al 35’ è ancora Maviglia che viene steso in area dal suo marcatore ma per l’arbitro è simulazione ed ammonisce l’attaccante, dopo due minuti di recupero si va al riposo con gli ospiti in vantaggio.

Nella ripresa le cose cambiano ma in peggio per i padroni di casa, infatti gli ospiti sembrano galvanizzati dal vantaggio e riescono a gestire meglio il pallone portandosi spesso in avanti con pericolosità, soprattutto con il centravanti Mongiardo e con il laterale Centinari. Due sono gli episodi che hanno caratterizzato la ripresa, il primo è l’annullamento di un gol ai padroni di casa, gol che a tutti è parso regolare (sul tiro in rete c’era un difensore ospite proprio sulla linea di porta) e l’altro il raddoppio del Saint Michel, proprio con Mongiardo, che bene imbeccato da un suo compagno s’invola sulla destra, entra in area e batte inesorabilmente l’estremo difensore Cotroneo (0-2). A dieci minuti dalla fine viene espulso per doppia ammonizione Maviglia e qui finisce pure la partita.

Le formazioni:

Acd Bianco: Cotroneo 6, Marte 5,5, Reale 5, Placanica 6, Alvaro 6, Galluccio 6, Trimboli 5, Raschillà 5,5, Maviglia 5,5, Leveque 6 (26’ Cilione s.v.), Taliano 6 (26’ Scipione s.v.). All. Criaco

Saint Michel: Condina 6,5, Spirlì 6 (16’ st Bruzzese 6), Aliberti 6, Iannì P. 5,5, Iannì R. sv (21’ pt Albanese 6), Genoese 6, Centenari 6,5 (47’ st Gullì sv), Patamia 6, Mongiardo 7, Mercurio 6, Surace 6. All. Mammoliti

Arbitro: Costantino di Reggio 5

gol