CalabriaInforma
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

46011107 282804012378704 232392382509744128 nQuella che si è disputata ieri al “Lollò Cartisano” di Bovalino tra l’Asd Bovalinese e lo Scalea 1912 è stata una partita dall’esito incerto dall’inizio alla fine. Squadre appaiate in classifica a quota 11 (in piena zona play off), ma la Bovalinese ha una partita in meno in quanto deve recuperare quella di domenica scorsa contro la Paolana, non disputata per maltempo. Le squadre scendono in campo agli ordini dell’arbitro Virgilio della Sezione di Agrigento coadiuvato dagli Assistenti Scopelliti e Sergi di Reggio Calabria. Pubblico numeroso nonostante le limitazioni imposte dalla parziale agibilità degli spalti (massimo 200 persone).

Lo Scalea scende in campo abbastanza coperto cercando di sfruttare le ripartenze mentre la Bovalinese di mister Criaco parte subito in maniera incisiva ed arrembante. La cronaca: gia al 5’ i padroni di casa reclamano un rigore per un fallo di mani in area ma l’arbitro, bene appostato, dice che si può continuare; un minuto dopo è lo Scalea che si fa vivo dalle parti di Stillitano con un bel tiro da fuori area di La Torre che sorvola di poco la traversa. Al 9’ si riporta in avanti la Bovalinese con un’azione ficcante che mette Vita nelle condizioni di battere a rete da fuori area, ma il tiro viene bloccato in due tempi da Loccisano (ottima la sua prova!); al 13’ è invece Federico che ben servito sull’out sinistro riesce a divincolarsi dalla morsa di due difensori e crossa in area dove Iervasi colpisce di testa la palla che va a stamparsi sulla traversa ma l’azione era stata già fermata dall’arbitro per fuorigioco. Al 18’ la svolta che poteva incanalare la partita a favore dei padroni di casa, azione che si svolge in area dello Scalea a pochi metri dalla porta, Crucitti ben servito si avventa sul pallone ma un difensore lo stende costringendo l’arbitro a decretare la massima punizione Sul dischetto si presenta Gigi Iervasi che tira cercando di piazzare la palla ma angola troppo il tiro e la stessa esce di poco fuori. Da quel momento in poi è un assalto continuo della bovalinese che si rende pericolosa ancora al 25’ con un bel colpo di testa di Maviglia, poi al 32’ ancora con Iervasi, al 37’ con Crucitti mentre al 40’ è Martinez dello Scalea che si rende protagonista di un brutto fallo che viene punito dall’arbitro con un cartellino giallo. Si va al riposo sul nulla di fatto ma è la Bovalinese che si è dimostrata più pericola e vogliosa di arrivare alla vittoria.

Nella ripresa, dopo appena cinque minuti di gioco l’arbitro Virgilio è vittima del terreno di gioco che appare sabbioso e per questo pesante ed irregolare in diversi punti, ed è costretto ad interrompere l’incontro per una decina diIMG 6200 minuti. Ripreso il gioco, al 12 s.t. la Bovalinese fa il suo primo cambio, al posto di Federico entra Figliomeni, con questo cambio mister Criaco cerca di aumentare il peso specifico in attacco ma i risultati stentano comunque ad arrivare. Fino alla mezz’ora sono ancora i padroni di casa a suonar le danze: al 20’ è Francesco Manglaviti che dal limite spara un bel tiro al volo che viene respinto in angolo da Loccisano, un minuto dopo è Martino a rendersi pericoloso con un bel tiro indirizzato all’angolo alto ma anche ilportiere ospite si fa trovare e sventa illa minaccia; al 26’s.t. per i padroni di casa esce Martino ed entra Khanfri. Alla mezz’ora è invece Vita che semina lo scompiglio nella retrovia avversaria ed impegna con un tiro dai 25 metri il portiere che para con qualche difficoltà. Dalla mezz’ora in poi è invece lo Scalea a prendere il sopravvento a centrocampo e si fa vedere più spesso in avanti, soprattutto con La Torre, Macrì, Mannarino e Anzalone. Al 35’ la Bovalinese fa il suo terzo cambio, esce Gianni Manglaviti ed entra Marco Romeo. Al 37’ gli amaranto si riportano in avanti e creano pericoli soprattutto con Crucitti e Iervasi. Ma il momento topico dell’incontro si concretizza al 43’ quando Anzalone ricevuta palla appena dentro l'area lascia partire una rasoiata che trafigge Stillitano (0-1). Al 44’ lo Scalea sostituisce il n. 9 Macrì con Caligiuri. Dopo quasi otto minuti di recupero la partita termina con la sorprendente vittoria dello Scalea che viola il "Cartisano" e si porta a quota 14. Con questa sconfitta (immeritata per il gioco espresso) la Bovalinese viene risucchiata nelle zone basse della classifica (appena due punti sopra la zona play out) ed ora è costretta a fare un risultato positivo sul difficile campo del Cotronei (quarto con 16 punti), Sia chiaro, comunque, che lo Scalea non ha rubato nulla perchè oltre a difendersi con diligenza tattica chiudendo tutti  i varchi, ha avuto il merito di saper sfruttare a dovere le ripartenze...in particolare l'ultima con Anzalone.

Al termine dell’incontro mister Alberto Criaco, piuttosto contrariato ed amareggiato per come sono andate le cose in campo, ha detto: “Le partite si possono perdere ma perderle così fa veramente male. Abbiamo giocato un gran primo tempo dominando la partita in lungo ed in largo mentre nel secondo tempo, pur mantenendo sempre il pallino in mano, abbiamo subito qualche ripartenza di troppo concedendo campo agli avversari ed in questo abbiamo peccato di umiltà e di concentrazione soprattutto nei più giovani. Adesso ci dobbiamo rimboccare le maniche e pensare alla prossima partita, comunque in settimana dobbiamo rivedere qualcosa perché c’è stato qualche atteggiamento in campo che non mi è piaciuto...soprattutto negli ultimi venti minuti. Non mi vergogno a dire che siamo stati dei fessi, avrei preferito giocare male e portare a casa un risultato positivo anziché giocare bene e perdere in questa maniera, un modo che brucia e brucia tanto”.

Ovviamente felice della prova dei suoi ragazzi mister  Saverio Gregorace: “Abbiamo preparato l’incontro cercando di stare coperti e fare in modo di rischiare poco o nulla, sfruttando nel contempo le ripartenze per cercare di far male e così è stato. Comunque abbiamo assistito ad una bella partita, corretta ed aperta fino all’ultimo respiro; ai miei ragazzi ho detto che per ottenere un risultato positivo dovevamo continuare a mantenere in campo la nostra compattezza e concentrazione così come abbiamo fatto nelle ultime partite, ed in effetti ci siamo riusciti. Ho lasciato volutamente fuori gente del calibro di Tricarico e Caligiuri perché soffrivano di qualche risentimento muscolare ma chi li ha sostituiti non li ha fatti rimpiangere. Sono anche molto contento perché abbiamo retto bene l’urto in quanto eravamo certi che la Bovalinese, soprattutto in casa, è una squadra ostica e tosta da affrontare grazie al suo organico completo e bene assortito in ogni reparto. Questa è una vittoria che ci da tanto morale  e ci fa ben sperare per il futuro, se a dicembre la situazione sarà ottimale dal punto di vista della classifica non esiteremo a rinforzare ancor più l'organico, anche se teniamo bene a mente che il nostro obiettivo iniziale è quello di ottenere una salvezza tranquilla"

Le Formazioni:

Asd Bovalinese: Stillitano 6, G. Manglaviti 6, Giorgi 6, Luciano 6,5, F. Maviglia 6,5, Vita 6,5, Martino 6, F. Manglaviti 6,5, Iervasi 6, Federico 6, Crucitti 6,5. All. A. Criaco 6,5

Scalea 1912: Loccisano 7, Scigliano 6, Zorzoli 6,5, Pizzoleo 6, Viscomi 6,5, Chemi, 6, La Torre 7, Mannarino 6,5, Macrì 6,5, Anzalone 6,5, Martinez 5,5. All. S. Gregorace 6,5

46001166 1883540131741268 8172356177603067904 nIMG 6237