Stampa

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Museo Parco Archeologico Nazionale di Locri RCÈ operativo il protocollo d’intesa siglato il 9 marzo 2017 da Aloisio Mariggió, Commissario Straordinario dell’Azienda regionale per la forestazione e per le politiche della montagna - Calabria Verde - e da Salvatore Patamia, Segretario regionale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per la Calabria.

Il protocollo d’intesa, sostenuto da Dorina Bianchi Sottosegretario del Ministero dei beni culturali con delega al Turismo insieme a Mario Oliverio, Presidente della Regione Calabria, con l’adesione e la partecipazione di tutte le province e dei Comuni interessati e con l’approvazione del Segretariato Generale MIBACT, si inserisce nell’importante programma di collaborazione tra istituzioni i cui effetti si tramutano in pronte risposte alle esigenze della res publica, avendo inoltre un positivo impatto sulle aspettative dei cittadini, concorrendo fortemente allo sviluppo sociale del territorio regionale.

L’accordo, che presuppone un imponente organizzazione logistica di “Calabria Verde”, prevede la cura e la manutenzione di 75 areecapo colonna calabria archeologiche della Calabria che, malgrado gli investimenti in atto, necessitano continua manutenzione ordinaria. Tale attività è indispensabile per contribuire alla conservazione dei beni culturali e al potenziamento della promozione, della valorizzazione e della fruizione dei luoghi di cultura della regione.
Il protocollo è rappresentativo quindi di una saggia politica di valorizzazione dell’eredità e della storia del patrimonio archeologico della Calabria che favorisce lo sviluppo del settore turistico/culturale e il conseguente sviluppo economico e sociale.

Al centro dell’accordo una lunga lista di aree archeologiche, come il parco archeologico di Sibari e quello di Laos, in provincia di Cosenza, il parco archeologico di Scolacium insieme a quello di Terina in provincia di Catanzaro e ancora tutta l’area archeologica di Crotone, il parco archeologico e l’antica città di Hipponion in provincia di Vibo Valentia, l’area archeologica di Archeoderi in Bova Marina, Kaulon di Monasterace, il Naniglio di Gioiosa Ionica, la Villa Romana di Casignana il Parco Archeologico di Locri Epizefiri, quello dei Taureanie tutto il circuito delle aree archeologiche urbane di Reggio Calabria.