Stampa
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

E' partita l’iniziativa della Pro Loco di Bracaleone per ripristinare i sentieri che conducono al borgo antico ed esattamente all’acropoli dove un tempo vi era il centro del paese, arroccato su un colle a 310 mt slm.

L'iniziativa è stata subito accolta da alcuni dei cittadini brancaleonesi, consci dell'importanza della conservazione storica di un bene inestimabile e che si augurano possa protrarsi nel tempo . Domenica 7 Luglio si sono ritrovati alcuni di questi giovani assieme al Presidente della Pro-loco per iniziare il lavoro di taglio delle erbacce che  impedivano la comoda passeggiata ai ruderi del vecchio nucleo abitativo e  grazie anche al sostegno di due giovani del posto, che gestiscono un punto ristoro ”Antico Borgo”  ,Elvis Armonio e Francesco Condemi i quali, impegnandosi in prima persona hanno messo a disposizione strumenti per il lavoro e manodopera, necessari all’inizio delle pulizie dei sentieri.  Ad oggi sono stati ripuliti 300 metri di calpestio, adesso la sfida è coinvolgere i cittadini all’iniziativa che vuole senz’altro sensibilizzare i giovani e portarli ad una concezione più ampia di volontariato attivo, utile affinchè i servizi carenti del Comune possano arrestare i degrado ambientale che spesso è arrecato dall’incuria dell’uomo. Intervistato ,Carmine Verduci  spiega: “Sappiamo tutti delle gravi difficoltà economiche che i Comuni  oggi vivono e che soffrono, per questo non dobbiamo aspettarci grandi miracoli, ma continuare a per guardare la nostra storia e le nostre radici e non permettere che si perdano per sempre. Da anni si cerca di spingere per  una cultura sempre più rivolta al turismo bio-sostenibile, al turismo delle passeggiate e della riscoperta dei luoghi meno conosciuti. E’ da qui che partono le buone iniziative, da una semplice messa in opera di una task force dedita al recupero del recuperabile, per questo mi auguro che la gente possa cogliere il messaggio, che vuole essere di grande valore socio-culturale, che spinga sempre verso nuove forme di innovazione nello gestire autonomamente situazioni che ne vanno dell’immagine stessa del  paese, Un augurio che si estende a tutto il territorio ricco di borghi abbandonati e che meritano visibilità e cura visto l’importanza storica ed archeologica che possiedono.“Operazione Borgo Pulito” ,che spero possa continuare  a portarsi avanti grazie ai soci della Pro Loco ed ai cittadini di Brancaleone desiderosi di rendersi utili per un fine comune che è quello della conservazione di un bene storico potenzialmente fonte di un’attrattiva turistica da non sottovalutare, numerose sono le presenze che ogni anno visitano questi ruderi ,su cui è stato scritto moltissimo, su cui c’è tantissimo da raccontare ; storie ,vicende e leggende davvero particolari e curiose , a tutti coloro che vogliono cogliere l’origine e l’essenza di un popolo . Un appello in particolar modo rivolto specialmente a chi si trova nella condizione di poter fare volontariato almeno una volta a settimana per poche ore. Il plauso del Sindaco di Brancaleone per l’iniziativa è arrivato grazie ad una telefonata ricevuta dal presidente della Pro-Loco Carmine Verduci , che ha accolto con gioia, invitandolo , qualora fosse possibile ad unire le forze per il futuro di questo luogo che egli stesso ,come tantissimi cittadini , amano e vogliono conservare per le generazioni future. Brancaleone si accinge quindi a divenire un punto di forza per la Provincia a livello sociale grazie alla Pro Loco locale che sta cercando di attuare un interessante tracciato, fatto di un anno e mezzo di intenso lavoro, di campagne di sensibilizzazioni e manifestazioni che, se pur alcune volte di piccola entità ,non esulano dal suscitare sempre più  interesse nei cittadini e nei paesi limitrofi.

Marilene Bonavita