CalabriaInforma

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 


Consiglio Comunale della Città di


Gerace

 

Gruppo Consiliare “Il Bene in Comune”

Gruppo Consiliare “Gerace Prima di Tutto”

Gruppo Consiliare “Rinnovamento Democratico”

 

Il Sindaco Varacalli è la sola Autorità competente a riaprire subito, per ragioni di sicurezza, la Scuola “Vene” di Gerace.

 

E’ questo l’esito dell’incontro che si è svolto, nella mattinata del 31 agosto, presso la Provincia di Reggio Calabria, tra il Presidente Dott. Giuseppe Raffa, la Dirigente dell’ USR Calabria - Ufficio IX Ambito Territoriale per la Provincia di Reggio Calabria D.ssa Mirella Nappa, il rappresentante dei gruppi di opposizione del Consiglio Comunale di Gerace Giuseppe Cusato e una delegazione di genitori degli alunni frequentanti il plesso scolastico “Vene” di Gerace, per ottenere la riapertura del plesso montano per l’anno scolastico 2012/2013. L' incontro è susseguente alla richiesta che i gruppi di opposizione hanno presentato in occasione del Consiglio Comunale Aperto che si è tenuto il 25 agosto scorso a Gerace, circa l’impegno che era stato chiesto all’Amministrazione Comunale, in quella sede rifiutato dalla maggioranza consiliare, per effettuare degli incontri istituzionali – operativi al fine di scongiurare la soppressione di alcuni plessi scolastici facenti parte dell’Istituto Comprensivo “ Martiri” di Gerace. Dopo un’analisi dettagliata della situazione che è stata rappresentata dal Consigliere Comunale Giuseppe Cusato, hanno preso la parola alcuni rappresentanti dei genitori che hanno fornito maggiori delucidazioni in merito alla legittima richiesta di mantenere il Plesso di contrada Vene funzionale alle aspettative formative dei loro figli.

Le ragioni evidenziate nell’incontro da parte della delegazione geracese sono state immediatamente condivise sia dal Presidente Raffa che dalla Dirigente Nappa, i quali hanno assunto formale impegno per l’anno scolastico 2013/2014 alla riapertura del punto di erogazione dell’attività didattica del Plesso di Vene attraverso la riattribuzione del Codice Meccanografico, con grande soddisfazione dei genitori presenti. Relativamente all’anno scolastico che sta per iniziare, pur accogliendo le reali preoccupazioni avanzate dai genitori stessi, sia Il Presidente Raffa che la D.ssa Nappa hanno rappresentato la loro concreta impossibilità ad intervenire in merito alla funzionalità di Vene. Tale funzionalità rientra nell’esclusiva competenza del Sindaco di Gerace, poiché è dettata dalle ragioni di sicurezza dell’edificio di Via Fabio Filzi che dovrebbe ma non può accogliere gli alunni di Vene e che non garantisce i parametri ottimali indispensabili di idoneità statica e sismica, tant’è che l’attuale Amministrazione comunale ha richiesto ed ottenuto dalla Regione Calabria un finanziamento per la messa in sicurezza e l’adeguamento sismico dello stesso edificio.

Considerata l’attuale situazione sopra descritta, i rappresentanti dei gruppi di opposizione in Consiglio Comunale, Cusato, Gratteri e Pezzimenti invitano il sindaco Varacalli ad avviare le procedure necessarie affinchè prenda atto formalmente dell’impossibilità di ospitare ulteriori alunni nell’edificio di via Fabio Filzi che non garantisce accettabili parametri di sicurezza e , conseguentemente, autorizzi, per l’anno 2012/2013, l’espletamento delle attività didattiche della Scuola Primaria e della Scuola dell’Infanzia del plesso di Vene che, viceversa, offre adeguati livelli di sicurezza per i bambini delle frazioni montane. Ulteriore invito è rivolto a non dilazionare nel tempo la risoluzione della problematica e a non demandare impropriamente ad altre istituzioni le iniziative ed i ruoli che gli appartengono.

Anche il Presidente Raffa ha assicurato un intervento presso il Sindaco Varacalli che, si ripete, ha la sola competenza e responsabilità di decidere le sorti della Scuola di Vene e garantire l’incolumità degli alunni della Scuola “ Fabio Filzi”.

I Consiglieri di opposizione vogliono rivolgere un ringraziamento alle autorità provinciali e scolastiche che, per l’occasione, si sono dimostrate sensibili e disponibili per la risoluzione di questa vicenda così importante per l’intera comunità, garantendo la continuità dell’azione a sostegno delle legittime rivendicazioni dei genitori geracesi.



Di Giuseppe Cusato, Giuseppe Pezzimenti e Angelo Gratteri.