CalabriaInforma

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Dietro la galattica canzoncina del pulcino Pio, che sta riempiendo lo spazio del mondo virtuale e sta andando oltre ogni attesa, si legge un messaggio, tra le illustrazioni di animali che nella loro dimensione, hanno un celato significato. Un piccolo pulcino strilla con fare da cantante e sceglie come mezzo di diffusione una radio, una simpatica, sennonché orecchiabile tiritera, fino allo spasmo ultimo, voluto dalla compromissione sterile di un agghiacciante veicolo che sentenzia con la sua forza motrice, la libertà comunicativa che se ne ricava.


Adesso v’invito a riflettere facendo un semplice gioco di sostituzione; associamo i protagonisti (animali), con chi rappresenta l’Italia di oggi. Il pulcino è il cittadino che d
a voce al suo sentire, è l’organismo più piccolo ma è il più coraggioso perché è il propedeutico esserino che mettendosi in discussione richiama i simili della stessa specie ma di diversa stratificazione ad annunciare la ribellione e diffondere il senso di una libertà concitata. Tutti gli animali che si susseguono hanno una struttura diversa come diversi sono i ruoli e gli status di ciascuno di noi ma tutti essenziali a stare dignitosamente a questo mondo…
La tiritera del pulcino ha fine nel momento in cui, la libertà concitata di un sentire negato è repressa da chi ha un potere di forza motrice che schiaccia la mente pensante di chi vive convinto di avere voce in capitolo in questo paese svuotato di ogni possibile attesa.
Da questa semplice e mediatica tiritera arriviamo a definire che nell’inconscio di ciascuno di noi esiste un piccolo pulcino che rimane tale perché non trova posizione nel mondo reale.
L’autore del video non poteva meglio rappresentare una realtà il cui malessere sociale colpisce indifferentemente nei diritti e nelle aspettative negate da un sistema che annienta la capacità di riscatto in un Paese che scompare.