CalabriaInforma
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La Giunta comunale riunita questa mattina a Palazzo San Giorgio ha approvato il documento previsionale di bilancio 2019/2021.

a trattazione del documento, da parte dell’Esecutivo cittadino, segue di poche ore l’approvazione del nuovo piano di rientro esaminato proprio ieri dalla riunione del Consiglio Comunale.

Il bilancio previsionale approvato oggi dalla Giunta contiene quindi le disposizioni introdotte dal nuovo piano di rientro.

Complessivamente, rispetto ad un ammanco originario accertato di circa 110 milioni di euro, l’Amministrazione comunale ha prodotto in questi anni un risparmio di ben 61 milioni. Rimane quindi da saldare la cifra di 49 milioni di euro.

Il bilancio previsionale approvato dalla Giunta passerà quindi all’esame della Commissione consiliare competente e poi del Consiglio Comunale che lo tratterà nella prossima seduta, prevista nei primi giorni di agosto.

L’odierna approvazione è stata resa possibile dalla nuova normativa introdotta a livello nazionale a seguito dell’intelrocuzione avviata dal sindaco Falcomatà dopo la sentenza della Corte costituzionale che aveva dichiarato illegittima la dilazione del piano di riequilibrio da dieci a trent’anni. Un provvedimento che aveva messo a rischio la sussistenza dell’equilibrio di bilancio di decine di Comuni italiani, superata in seguito alla stretta interlocuzione avviata dal sindaco Falcomatà, anche nella sua qualità di delegato Anci, ed alla sensibilità dimostrata dal Viceministro Laura Castelli.

“L’odierna approvazione del bilancio previsionale costituisce un passo in avanti decisivo verso la definitiva stabilità finanziaria dell’Ente – ha commentato il sindaco Giuseppe Falcomatà a margine della riunione di Giunta – ringrazio l’Assessore Calabrò e l’intero Settore per il lavoro prodotto in questi mesi per il raggiungimento di un obiettivo che fino a qualche mese fa sembrava impossibile”.

“Ricordo quando ci siamo attivati per chiedere al Governo di affrontare questo problema. In pochi, forse pochissimi, avrebbero scommesso un solo euro sul fatto che avremmo approvato il bilancio di quest’anno. Sembrava una missione impossibile ma ce l’abbiamo fatta e oggi possiamo affermare con soddisfazione di aver definitivamente allontanato lo spettro del dissesto finanziario. Un’ipotesi che avrebbe messo in ginocchio nuovamente, dopo l’onta dello scioglimento, l’economia di un’intera città, danneggiando imprese, professionisti, ditte e singoli lavoratori, sia del pubblico che del privato. Oggi possiamo dire con soddisfazione che l’ostacolo è quasi superato. Naturalmente ora la palla passa al consiglio comunale che approverà definitivamente questo provvedimento, aprendo di fatto una nuova fase per il tessuto socio economico e produttivo della nostra Città”.

Soddisfazione espressa anche dall’Assessore alle Finanze dell’Ente Irene Calabrò. “L’approvazione in giunta del bilancio di previsione è il risultato di un lavoro costante e continuo, di consapevolezza – ha spiegato l’Assessore – se fino a qualche mese addietro l’ombra del dissesto finanziario minava la sopravvivenza dell Ente, da oggi sarà possibile continuare con più serenità il percorso di risanamento economico dell’Ente. Adesso attendiamo che la Corte dei Conti si esprima, ma siamo coscienti che il nostro operato ha avuto come unico obiettivo quello di garantire per la Città una seconda possibilità. Il governo non perda l’occasione ora di intervenire sulla modifica di una procedura (dissesto e predissesto) che si è manifestata non risolutiva dei problemi finanziari degli Enti coinvolti. A pagare della gestioni finanziarie dissennate – ha concluso l’Assessore – non possono essere i cittadini e neppure le generazioni politiche, fortemente penalizzate da un disavanzo di amministrazione che non consente una programmazione ordinata ma di continua emergenza”.