CalabriaInforma
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

salvini 1“Non dimentichiamo, no alle espulsioni Prefetto e Salvini: nelle tende andateci voi (me...)”, e “Case per tutti”: ovvero scritte in italiano, inglese e francese che sono apparse a Rosarno sui muri esterni del complesso di palazzine realizzate con fondi dell'Ue e destinate ad ospitare i migranti, in contrada Serricella.

Inoltre, nell’area recitata sono state affisse delle gigantografie in tessuto plastificato di un metro e mezzo per un metro, con le foto di Becki Moses, Suruwa Jaitèh e Moussa Ba, i tre migranti vittime di incendi avvenuti nella vecchia baraccopoli di San Ferdinando, smantellata nei giorni scorsi; e di Soumaila Sacko, il sindacalista maliano ucciso nella ex cartiera di San Calogero oltre che di Sekine Traorè, che rimase ucciso dopo avere tentato di aggredire, ferendolo, un carabiniere che sparò per difendersi.

La Polizia ha avviato indagini, anche perché scritte simile sono state trovate sul muro della Prefettura di Reggio Calabria.