Stampa
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Qual è l’ora migliore per bere un caffè?  Secondo Steven Miller, neuroscienziato e ricercatore dell'University of the Health Sciences di Bethesda, Maryland (USA), il momento ideale per concedersi un caffè è la fascia oraria compresa tra le 9:30 e le 11:30 del mattino. 

Lo studioso,in un post del suo blog ripreso dal sito di Popular Science, ha spiegato come la scelta del momento della giornata in cui assumere caffè ci consenta di evitare assuefazioni e dipendenze dalla caffeina.  Nella struttura cerebrale dell'ipotalamo sussistono gruppi di neuroni specializzati che controllano funzioni basilari come l'alternanza di sonno e veglia e il rilascio di cortisolo, un ormone che attiva il nostro sistema di allerta, ossia, ci fa rimanere svegli. Queste cellule nervose  lavorano in connessione  con le cellule fotosensibili della retina. Tra le 8:00 e le 9:00 del mattino, quando i nostri occhi sono colpiti dalla prima  luce del giorno, il livello di cortisolo nel sangue raggiunge i massimi livelli. Essendo questo il momento in cui, di regola, siamo  più svegli e pimpanti,assumere caffè ci comporta di andar incontro ad un effetto minore e, addirittura, di rischiare che il nostro organismo possa subire un’ assuefazione nei confronti della caffeina. Meglio bere una tazza di caffè tra le 9,30 e le 11,30, fascia oraria in cui il livello di quest’ormone cala, per prepararsi ad un secondo picco che avviene tra le 12,00 e le 13,00 e,successivamente, tra le 17,30 e le 18,30. Bere caffé quando si è già al massimo dell'attenzione, dunque, alza il livello di tolleranza alla caffeina e,in altre parole, ci spinge a berne sempre di più poiché l’espresso non fa lo stesso effetto. Miller, però, chiarisce che i livelli di cortisolo variano da persona a persona, per questo gli orari indicati potrebbero non essere validi proprio per tutti. Il neuroscienziato svela un altro stratagemma per far sì che il cortisolo raggiunga il suo picco più in fretta:dal momento che la luce sollecita l’ormone in questione, per poter essere superproduttivi basta togliere gli occhiali da sole quando si guida o si cammina  per andare al lavoro.