Stampa

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

22448577 10214368727275919 3605363781497372231 nBuona sera sognatori. Buona sera poeti maledetti. Buona sera romantici. Oggi un pensiero totalmente diverso dagli altri. Per la prima volta voglio raccontarvi una storia. La mia storia.

Sono nato il 23 novembre di 31 anni fa, in un piccolo paesino della locride. I primi 18 anni passano tranquillamente. Alti e bassi come tutti i ragazzi. A 18 anni la prima scelta che ti cambia la vita. Decido di iscrivermi all'università, facoltà di scienze politiche, curriculum giornalismo. Il mio sogno era quello di diventare un giornalista. “ Tutto fa notizia. Un albero che cade nella foresta non fa notizia, ma se qualcuno lo vede cadere diventa notizia”. Ricordo come se fosse ieri la prima regala del giornalista, trasformare tutto in notizia. Quello feci. Cominciai a trasformare tutto in notizia. La mia mano non smetteva di scrivere, di tremare. Passano gli anni universitari tra goliardia-università e giornalismo e nel frattempo ero diventato collaboratore al rettorato a Messina e  corrispondente del Quotidiano della Calabria. Arriva il momento dei grandi reportage, delle prime pagine sui giornali, degli articoli scomodi, quelli pesanti, quelli che ti fanno arrivare sotto casa 7 proiettili e una gazzella che da lontano ti osserva. È un periodo quello, di formazione. Alla fine io non facevo altro che fotografare, attraverso i miei articoli la realtà circostante. Passa quel periodo, arrivano i premi internazionali di giornalismo. Mimmo Beneventano a Sasso di Castalda, Pippo Fava a Catania, Calabrese dell'anno nel 2011. Passa quel periodo e come tutte le cose belle, non dura per sempre. Nel febbraio del 2012 decido di interrompere la mia collaborazione con il quotidiano della Calabria e intraprendere una nuova sfida. Fondo un giornale on line. Calabriainforma.com, che attualmente dirigo. Non più schiavo di un padrone. Non più schiavo della notizia. Nel luglio dello stesso anno divento cavaliere della confederazione dei cavalieri crociati ordine Knights of Malta Osj - USA of Krac. Da li la mia collaborazione nel sociale e l'entrata come accademico onorario dell'Accademia Bonifaciana di Anagni, dove, ben presto diventerò il segretario della delegazione regionale. Iniziano i viaggi ad Anagni,  la raccolta del latte in polvere da mandare ai più bisognosi, i doni ai figli dei detenuti nel narcere di Locri, l'acquisto di vaccini.  Si chiude anche questo capitolo. Conosco una donna e nel 2013 mi sposo. Punto. Qui inizia il mio declino. La mia rovina. Il 19 Gennaio del 2015 nasce il mio primogenito maschio. Unica luce in un caverna buia e paurosa che è stato il mio breve matrimonio. Il 23 giugno del 2015 è una data che ricorderò per sempre. 8 poliziotti in borghese bussano alla mia porta. “Lei è in arresto”. La donna che nel 2013 avevo sposato, mi ha denunciato per procurato aborto e percosse. Vengo accompagnato alla casa circondariale di Locri. Dopo 2 giorni esco per “insussistenza” di prove. Qui la mia vita cambia drasticamente. Poi, il 22 dicembre del 2016 Divento papà per la seconda volta, nasce Claudia, dopo 8 mesi dalla separazione.... 31 anni della mia vita passati al servizio della gente buttati. I titoli dei giornali mi descrivevano come un mostro. Gli stessi giornali che per anni avevo servito con devozione. Ma, come ho detto prima, tutto fa notizia e il giornalista deve scrivere. E ci troviamo questa sera a 31 anni e sentirsi già vecchio. A volte penso che nella mia vita ho fatto quasi tutto. Ho fondato un giornale a 27 anni, da solo e contro tutti. Mi sono sposato, ho divorziato, ho 2 figli...ma poi penso....che sono ancora qui, e non mi sono mai piegato o inginocchiato a nessuno, e non permetterò mai a nessuno di farlo con me. 31 anni per voler essere, almeno per un giorno bambino, innocente, senza colpe e senza peccato. 31 per aver ancora la voglia e la forza di dire: Otravez. E oggi, chiedo perdono a tutti, ma voglio essere egoista. Oggi gli auguri me li faccio io, me li merito. Accanto a mio figlio Natale , la mia luce, la mia ancora di salvezza, unica mia speranza.

IMG 20171122 WA0015