CalabriaInforma
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

53563574 261265978140646 5104825032253636608 nDISCANTI sono testi di largo respiro – americano – che cominciarono ad affiorare in modo deciso dopo la mia partecipazione all’International Poetry Festival di San Francisco nel 2012. Di parecchi ho dimenticato o perso la datazione precisa, aiutato anche da un guasto al computer e dal vacillare della memoria. Però ho ben chiaro il lavoro di “maestri & compagni” ai quali devo profonda riconoscenza .. le “Descrizioni in atto” di Roberto Roversi .. “La Caduta dell’America” e “Urlo” di Allen Ginsberg.. tutti gli “Arcani” di Jack Hirschman .. la poesia di passione di Pier Paolo Pasolini .. la poesia di lotta di Amiri Baraka .. l’impetuosa rivoluzione di Majakovskj .. la corposa liricità di Sandro Penna .. la funambolica errante erotica intellettualità di Corrado Levi .. la libertaria scrittura di Alberto Masala .. la formidabile vitalità di Lawrence Ferlinghetti… e poi .. e poi .. ..e .. e .. e ….

(Sandro Sardella)

Prefazione di Alberto Masala .

"Tra le righe vaga ancora quello spettro che sembra aver smesso di aggirarsi per l’Europa. Qui ha preso altre forme, altre figure, volta per voltapiù intime o solidali, amareggiate o teneramente contemplative, ma senza che il suo sguardo resistente ceda mai all'indifferenza, alla riduzione della banalità, all'ovvietà della rassegnazione. Evidente e dichiarato, qui spira fortemente il soffio di Jack Hirschman, caro amico comune, irriducibile e irridente e ormai, come noi stessi, nell'età della coscienza scampata viva al solco stabilito. E che ne diverge ancora senza sobbalzare." (Partecipazione straordinaria di Jack Hirschman con quattro illustrazioni)

 

 

54279150 538127739924385 1870887612403679232 nBiografia dell’autore .

Sandro Sardella è nato a Varese nel 1952, vive a Rasa di Varese. Il suo “segnare” è agito, agitato ed intrigato dalla cultura delle avanguardie del Novecento, dalla beat generation, dal rock, dal jazz, dalla strada, dal mondo del lavoro, dall’aver vissuto i movimenti politici e controculturali degli anni Sessanta e Settanta del secolo scorso. Nel 1979 pubblica “Sandrino operaio stupidino”, a cura di Corrado Levi per i quaderni di “dalle cantine”, Facoltà di Architettura, Milano. Nel 1980 con Giovanni Garancini fonda la rivista “abiti lavoro”, quaderni di scrittura operaia. Nel 1989 “Coriandoli”, con una presentazione di Piero Santi, Tracceedizioni, Piombino (Livorno), poi tradotto nel 1996 da Jack Hischman in “Coloredpaperbits”, Parenthese Writing Series, La Jolla, California, USA. Nel 1999 “Parolecicale” con una nota di Gisa Legatti, edizioni Millelire/Stampa Alternativa. Dal 1995 frequenta le edizioni Pulcinoelefante di Alberto Casiraghi, con il quale ha dato vita a numerose pubblicazioni a tiratura limitata. Per le edizioni abrigliasciolta, Varese, ha pubblicato “Fiori di carta”, 2010; “Carte ciclostinate. Volantini metalmeccanici e postali ciclostilati e fotocopiati in proprio 1978/2011”, 2011; “Discanto in San Francisco”, con traduzione di J. Hirschman, 2012; “Discanto di Gisa”, 2013; “Discanto sabbiarabbia e lucciole”, 2017. Nel 2014 “Telegramma” e “Fuoribusta” per le Edizioni SEAM, Roma. Nel 2015 “Jack in Italy Discanto”, GaEle Edizioni in Valcuvia. Nel 2016 “3 Discanti”, per le Officine Editoriali Bici Parlanti, Milano. Nel 2017 “Fiori andati scappati”, Edizioni TOC TOC, Varese. È presente nella “Carovana dei versi-poesia in azione” e nella “Revolutionary Poets Brigade” e nel luglio 2012 è stato invitato al San Francisco International Poetry Festival.

Edizioni Underground? S.n.c. di Maurizio Mozzoni e Gregori Fusaro.