CalabriaInforma
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

carabinieri la Voce di Reggio EmiliaDue persone arrestate e sei denunciate: è il bilancio delle attività di controllo dei carabinieri e che hanno coinvolto più di 97 pattuglie di Gioia Tauro, Taurianova e Palmi.

Nel corso delle attività sono state verificate 338 persone, oltre 306 veicoli, eseguite 24 perquisizioni domiciliari e personali, ed elevate 30 sanzioni (per circa 5.500 euro) per violazioni delle norme sulla circolazione stradale.

Nel dettaglio, a Taurianova i Carabinieri hanno arrestato in flagranza, con l’accusa di furto aggravato, un 29enne del posto, A.R., gestore di un esercizio commerciale, dopo aver accertato la presenza di un bypass sul contatore per la lettura dei consumi di energia.

Un arresto anche a Polistena dove è finito in manette un 23enne del luogo, G.P. L’uomo, sottoposto ai domiciliari, è stato sorpreso a violare le prescrizione imposte dall’Autorità giudiziaria nel corso della detenzione in casa.

A Palmi, denunciati per porto abusivo di armi o oggetti atti ad offendere un 19enne e un 21enne, entrambi residenti nella cittadini. Controllati sabato mentre si trovavano insieme e a bordo di un veicolo, sono stati trovati con due coltelli.

A Cinquefrondi, i Carabinieri hanno denunciato in stato di libertà un imprenditore 48enne di Melicucco e un operaio 35enne di Polistena, accusati di smaltimento illecito di rifiuti.

I militari li hanno sorpresi a scaricare da un autocarro un’ingente quantità di rifiuti solidi industriali in un terreno agricolo di Anoia. Il successivo controllo alla società di proprietà del 48enne, svolto assieme ai colleghi del Gruppo Forestale di Reggio Calabria, ha consentito di accertare delle violazioni amministrative in ambito di igiene e l’assenza di documentazione per la tracciabilità e lo smaltimento dei rifiuti.

Nel corso dei controlli stradali, infine, i Carabinieri hanno fermato alla guida un 32enne di Cinquefrondi che, in evidente stato di alterazione psicofisica, è risultato positivo agli accertamenti tossicologici. Nella circostanza l’uomo è stato trovato in possesso anche di 10 grammi di hashish e quindi segnalato alla Prefettura di Reggio Calabria per possesso di sostanza stupefacente per uso personale. La patente è stata immediatamente ritarata e la sostanza sottoposta a sequestro

Un 64enne di Oppido Mamertina, infine, è stato sorpreso in possesso di un coltello a serramanico con la lama appuntita di oltre 15 cm di lunghezza.