CalabriaInforma

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

53067866 10215273944254746 8546973241023922176 o“Useremo la stessa forza che ha usato il mare e torneremo più belli e più forti di prima”, così si è espresso a caldo il Sindaco di Bovalino, Vincenzo Maesano, a margine del nuovo sopralluogo effettuato in mattinata nel tratto di lungomare pesantemente “sfregiato” dalla violenza inaudita del mare. L’erosione ha cancellato quasi del tutto oltre cento metri di passaggio pedonale lasciando visibili, a cielo aperto, autentiche voragini di sabbia su cui era poggiata la pavimentazione; panchine, aiuole e scalette che portavano sulla spiaggia sono state divelte e tagliate come burro, il tutto senza incontrare alcuna resistenza e ostacoli nei materiali utilizzati per la costruzione.

Oggi è stato effettuato un nuovo sopralluogo da parte del Sindaco e degli altri amministratori, oltre al personale dell’Ufficio tecnico del Comune e dei Vigili Urbani, tutti insieme stanno vagliando gli elementi a disposizione per capire come meglio agire per mettere a punto un efficiente piano strategico d’intervento che riguardi, soprattutto, la messa in sicurezza del tratto interessato ma anche di altre situazioni potenzialmente pericolose.

“E’ una situazione che ci taglia veramente il cuore a metà –così ha proseguito il Sindaco nella sua dichiarazione- perché il nostro lungomare, oltre ad essere un simbolo per tutta la locride era ed è un fiore all’occhiello di cui andare assolutamente fieri. Purtroppo la forza del mare, con il suo forte impeto e moto ondoso ha svuotato, già dalla giornata di sabato 23 febbraio, dalle fondamenta, oltre cento metri di percorso lasciando per fortuna intatta la sede stradale. Immediatamente abbiamo provveduto a delimitare l’area con gli strumenti a disposizione ed abbiamo emesso l’ordinanza di divieto al transito. Domani, dopo la riunione di Giunta, emetteremo la Delibera con la quale avanzeremo alle Autorità competenti lo “Stato di calamità naturale” cui seguiranno tutti gli adempimenti previsti per casi del genere, primo fra tutti la relazione tecnica dettagliata che include il computo metrico del tratto interessato che sarà corredato anche con le fotografie dei danni subiti. La relazione sarà inviata con somma urgenza alla Prefettura di Reggio Calabria, Prefettura cui va un sentito ringraziamento (nella persona della Dottoressa Surace) che sin dai primi istanti dell’evento ci ha supportati con prontezza e disponibilità nell’evolversi della situazione. Un altro sentito ringraziamento lo voglio rivolgere anche alla Protezione Civile che ci è stata e ci sarà ancora vicino. Ora, tutti insieme, dobbiamo rimboccarci le maniche per rimettere in sesto la situazione e ripristinare i danni che il mare, purtroppo, ci ha causato”

Per la cronaca, e soprattutto a scopo preventivo va detto che il divieto di transito, da solo, forse non basta a tenere lontani i curiosi e gli amanti del "selfie", infatti, anche oggi erano in tanti i curiosi che incuranti del pericolo oltrepassavano le transenne per mettersi in posa su una panchina divelta o sugli altri detriti scaraventati sulla spiaggia dalla furia marina, per scattare un selfie da postare poi sui social. Questa è una pratica che non va assolutamente tollerata perché gli smottamenti del terreno non ti avvisano certamente prima, anzi ti aspettano e ti colpiscono quando meno te lo aspetti.

Al momento, anche perché siamo nell’imminenza dell’accaduto, l’attenzione ed i riflettori puntati sul problema sono tanti ed alti, ma come la storia ci insegna, soprattutto in materia di lavori pubblici, basta poco per cadere nel dimenticatoio (l'analoga situazione vissuta qualche anno addietro dal Lungomare di Siderno insegna!)e rimanere con la classica mano sulla foglia di fico. Anzi, per rendere meglio l’idea ci va di scomodare il famoso detto che recita così: “Passato il Santo…passata la festa”, e visto che il Lungomare si chiama con il nome di un Santo…San Francesco da Paola! l’augurio è che si possa procedere speditamente alla realizzazione di un nuovo progetto che restituisca, in tempi brevi, alla cittadinanza bovalinese quel tratto di lungomare tanto bello quanto invidiato, anche perché la stagione estiva non tarderà certo ad arrivare.

vai

52835974 10215277672787957 2470538576765386752 o