CalabriaInforma
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

4 terUna forte mareggiata ha distrutto gran parte del lungomare di Bovalino.

Ingenti danni sono stati riportati sul km più bello della Locride.

La furia del vento e la forza del mare hanno sollevato la pavimentazione nel lungo tratto che va dal lido “La Rocchetta” fino alla statua di San Francesco di Paola, facendo sprofondare aiuole e panchine. A tal proposito il sindaco Vincenzo Maesano ha emesso un’ordinanza di chiusura nella zona interessata. Le mareggiate hanno colpito gran parte d’Italia causando danni ingenti. Il clima è uno degli argomenti che in questi giorni si sta discutendo nei piani alti poiché il cambiamento climatico sta mettendo a dura prova il nostro paese che impreparato non risponde come dovrebbe, anche se la mano dell’uomo, in certi casi, ne ha favorito il peggioramento. Il tempo con le sue conseguenze ha piegato un po' le aspettative dei ristoratori che attendono la bella stagione; prossima all’arrivo. Davanti al danno la propensione dell’individuo è quella di attribuire colpe e responsabilità per l’accaduto, ma davanti ad una natura che si ribella non è opportuno trarre facili conclusioni.

Adesso bisogna fare la conta dei danni. Per fortuna nella sfortuna non ci sono stati interventi urgenti per danni a persone, come per il caso dei tre giovani catanesi dispersi a mare trascinati da un’onda anomala che li ha inghiottiti insieme alla loro auto, per un’azione azzardata come quella di spingersi troppo avanti con il veicolo per sfidare più da vicino la furia del mare. L’instabilità del tempo è uno degli argomenti più discussi in questi ultimi tempi, il passaggio dal clima invernale a quello primaverile non avviene mai gradualmente e tale instabilità non fa bene neanche a noi stessi giacché corpo e mente vengono coinvolti. Davanti ad una devastazione evidente, per un moto violento del mare verificatosi sulla nostra costa, non rimane che rimboccarci le maniche e uscire da questa nuova emergenza.

Giovanna Mangano

 

Ph Pasquale Rosaci