CalabriaInforma

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

La Corte di Assise di Cosenza, presieduta da Giovanni Garofalo con a latere Francesca De Vuono, ha condannato, in primo grado, all’ergastolo e all’isolamento diurno per sei mesi, oltre al risarcimento delle spese legali, Cosimo Donato, 40 anni, e Faustino Campilongo, 41 anni, accusati di essere gli autori della strage in cui furono uccisi il piccolo Coco’ Campolongo, di soli 2 anni, suo nonno Giuseppe Iannicelli, 52 anni, e la compagna Ibtissam Touss, 27enne. I tre persero la vita il 16 gennaio del 2014, a Cassano allo Ionio, nel Cosentino.

 

nicola campolongo coco