Stampa

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

equilibriBovalino (RC) - Anche la scuola ha messo le ali !, ma lo ha fatto in senso negativo se rapportato in termini di costi per le famiglie che non riescono più a stare al passo con i continui cambiamenti dei libri di testo dei propri figli e gli aumenti dei costi sia dei volumi che del materiale didattico. I libri, secondo me (ma anche secondo la cultura anglosassone) dovrebbero essere di proprietà della scuola e dati soltanto in custodia momentanea agli studenti ad ogni inizio di anno scolastico, con l’impegno di riconsegnarli in buone condizioni alla fine dell’anno stesso, oppure pagare una penale preventivamente concordata nel caso in cui il libro venga smarrito o trattato male. In Gran Bretagna questo sistema è già abbondantemente collaudato e funziona già da molti anni, qui è possibile ottenere borse di studio che garantiscono la frequenza quasi gratuita per gli studenti più meritevoli e appartenenti a nuclei familiari più disagiati; anche il materiale didattico come quaderni, penne, libri, matite ecc... è fornito gratuitamente dalla scuola, così come la mensa per gli studenti a basso reddito.

In effetti, si deve partire dal ragionamento che la scuola non è un “obbligo” ma bensì un sacrosanto “diritto” che và tutelato senza se e senza ma,filippofirma e deve essere per tutti alla stessa maniera e senza distinzione di classi sociali e/o di razza in quanto la fonte del sapere non conosce padroni e, pertanto, deve essere una fonte dove chiunque può recarsi per dissetarsi. Nel nostro paese, Bovalino (RC), dove c’è un’alta fascia di cittadini a basso reddito, il problema del libro è particolarmente sentito e proprio per questo motivo che l'Amministrazione, per il tramite dell’Assessorato alle “Politiche sociali, Pari Opportunità e Associazionismo”, diretto dall’Assessore, Avv. Filippo Musitano, ha pensato di venire incontro alle esigenze dei più bisognosi con una iniziativa "innovativa ed intelligente" allo stesso tempo; l’iniziativa si chiama “EquiLibri,...raccolta e distribuzione dei libri di scuola usati, per le classi delle scuole elementari e medie”; in pratica si tratterebbe di “donare” un libro che in famiglia non viene più usato ma che potrebbe essere rimesso in circolo e così tornare a vivere.

L’Amministrazione, ha quindi pensato di vestire i panni di una libreria che sia a disposizione di tutti i cittadini, e per questo si propone come centro di "raccolta e smistamento" di tutti i libri che verranno donati (il luogo deputato per la consegna, custodia e distribuzione è la Sala Giunta del Palazzo Municipale del Comune di Bovalino). Ovviamente il diritto di prelazione verrà garantito prioritariamente alle fasce più disagiate, che potranno così tirare una concreta boccata d’ossigeno.

Di seguito si riporta il calendario-programma dell’iniziativa che prevede:
- Raccolta:  martedi 26/9/2017 dalle ore 15.30 alle ore 17.30 e giovedì  28/09/2017 dalle ore 15.30 alle ore 17.30;
- Redistribuzione:  martedì 03/10/2017 dalle ore 15.30 alle ore 17.30 e giovedì 05/10/2017 dalle ore 15.30 alle ore 17.30.

Non è nulla di trascendentale, ma è un piccolo gesto che avrà notevoli ripercussioni sociali, atteso che il numero di richieste che ogni giorno giungono presso gli Uffici Comunali sono tante, d’altro canto, così si concretizza una buona azione che risponde al principio di solidarietà che è il pilastro portante del vivere civile. Un altro tassello del puzzle “La buona politica” viene messo al suo posto e fa tanto piacere sapere che stavolta non si tratta di strade o di opere pubbliche ma di iniziative sociali che hanno al centro dell’interesse i bambini, i ragazzi e loro famiglie.

Quindi, se hai un libro che non usi più non lo abbandonare al suo triste destino (scantinato o soffitto) ma fallo rivivere, donandolo a chi sarà felice e saprà certamente farne un uso adeguato.

 

In alto a sinistra la locandina dell'iniziativa. A destra, di spalla, l'Assessore Filippo Muistano ed il Sindaco Vincenzo Maesano.