CalabriaInforma

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

 

L’amore può essere libero? L’amore può essere   volutamente infedele e felice? Esiste il tradimento senza sentimenti e si può tradire solo con il corpo?

 

Nel gli  Infedeli di Hazanavicius, film scandalo sull’infedeltà, lui (Jean Dujardin) finisce a letto con decine di donne (e non solo). Lui è il tipico Narcisio - uomo innamorato solo di se stesso - che strega e tradisce  a ripetizione una donna (Alexandra Lamy). Storia a tratti comica, a tratti cruda, che ruota intorno al tradimento maschile e ad una coppia di amici infedeli patologici.

Questo è quanto è successo più o meno a  tutte nella vita.  Ma può una tale relazione renderci felici?

 Magari può durare per parecchio tempo, darci l’illusione che il cuore del nostro infedele è inespugnabile alle altre donne,  il nostro è un rapporto unico e imparagonabile fintanto che non arriva l’amara consapevolezza della falsità delle sue lusinghe. Magari molte donne, impaurite o annoiate dall’idea di una relazione vera, scelgono di vivere una passione fuori dal comune, negata a chi si accontenta di volersi bene senza farsi male.  È possibile certo, ma a lungo - non sempre o quasi - mai funziona.

L’amore e la relazione si nutrono di patti e romantiche promesse, di scelte di unicità. Il corpo è il mezzo con cui ci doniamo all’altro, con cui i nostri sentimenti divengono parole, musica, gesti e suoni. L’amore si completa con il corpo e il sesso diviene l’interscambio più intimo e privato tra due persone. Come può essere tollerato, compreso un susseguirsi di tradimenti, senza che venga violato quel patto di amore profondo della coppia?

L’amore è libero quando lascia l’altro libero di decidere da che parte stare.  A noi il compito di scegliere, ricordandoci però che amare è anche riuscire a desiderare fisicamente una sola donna o un solo uomo. Il resto è cedere agli istintivi desideri della carne.