CalabriaInforma

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

A Bovalino Marina, specificatamente Contrada San Nicola l'acqua proveniente dalle fogne, versa all'interno dei terreni appartenenti  alla Contrada poc'anzi citata, dal momento che il muretto divisorio precedentemente esistente è stato abbattuto e disarticolato al fine di far proseguire il flusso della latrina.

Ovvio che la domanda sorge spontanea, apparentemente: se era  necessario sbarazzarsi del muretto per far seguitare il corso della fognatura nella cunetta, qual è il problema? Il problema invece è presente e anche abbastanza rilevante, dal momento che le acque putride e malsane nei momenti di intensi periodi piovani strabordano a causa dell'eccesso d'acqua e convogliano nelle terre e negli orti degli abitanti. L'opzione migliore da seguire è quella di ripristinare parzialmente il muretto abbattutto, cosicché l'acqua possa essere contenuta e di farla egualmente defluire in altra modalità, se è d'uopo assicurare che le fogne transitino senza ostacoli le soluzioni non devono però né minare, né intaccare i diritti degli abitanti limitrofi, altrimenti più che una soluzione, tutto è da considerarsi sminuito e minimazzato e fattore di convenienza, non certo per gli abitanti del luogo. Inoltre si sollecita il Comune affinché il canaletto venga ripulito da sterpi ed erbacce che non permettono all'"acqua" di scorrere come si conviene. Altra piaga che attanaglia Contrada San Nicola in primis, ma non soltanto ovviamente è sempre la fogna, la latrina putrescente, la chiavica immonda che raccoglie tutte le defecazioni umane e prodotti organici di sorta e che viene incanalata direttamente all'interno della fiumana di "Careri" senza alcun tipo di depurazione, né di filtro che possa disinfettarla sfociando direttamente in mare, poiché i depuratori sono ormai lesionati e non funzionanti da tempo immemore ed il Comune si limita a fare spallucce come se nulla stesse avvenendo. Ritengo sia doveroso e umanamente corretto, nonché un diritto del Cittadino, che il Comune di Bovalino Marina assolva questi problemi. Ottemperi almeno al minimo indispensabile. Garantendo ai cittadini perlomeno la possibilità di una zona di mare balneabile e non di un mega Wc orrido, cui bambini, uomini e donne sguazzano rischiando infezioni. Oltre (piccola parentesi), alla puzza stomacante che ogniqualvolta si transita sul tratto di strada che costeggia la fiumana di "Careri", investe le narici di tutti i guidatori che hanno il triste compito di attraversare quel tratto e che causa loro conati di vomito, non a torto! Ma ancor peggio se proviamo a figurarci gli abitanti della vicina zona, costretti a subire perpetuamente quell'odore nauseabondo. Altro che turisti! Siamo già noi stessi cittadini a voler fuggire a breve, se continuiamo su questa linea d'onda saremo meta turistica per pulci, zecche e tafani! I Depuratori occorrono, Bovalino ne necessita, si chiede il ripristino!


Di Chiara Nirta.