CalabriaInforma

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

ARTICOLO SCRITTO DALL’INVIATO E CORRISPONDENTE ANTONIO LE FOSSE

ROSSANO – E’ stato disinnescato e recuperato, questa mattina, il residuo bellico, risalente alla seconda guerra mondiale, rinvenuto, ieri sera, nel centro storico di Rossano. Sul posto, alla presenza di tutte le forze dell’ordine e di una ambulanza del 118, sono intervenuti gli artificieri dell’Esercito Italiano che, con cautela e professionalità, hanno disattivato l’ordigno.

Stamani, grazie all’ordinanza emanata dalla locale amministrazione comunale, sia la sede INPS e sia la scuola elementare di Via Acqua di Vale (zona Traforo) sono state chiuse per motivi di sicurezza. Il residuo bellico, dunque, è stato rinvenuto da un uomo del luogo, in un pezzo di terreno vicino all’edificio scolastico, mentre raccoglieva alcuni tipi di ortaggi da portare a casa. Tanta la preoccupazione negli abitanti del quartiere che, per alcune ore, hanno abbondanato le proprie abitazioni. Molti, invece, i curiosi giunti sul posto per visionare direttamente il residuo bellico. Da qualche ora, poi, è stata riaperta, al traffico, la strada che collega la S.S. 107 in direzione Sila. Sospiro di sollievo, infine, per i cittadini del luogo dopo il prezioso intervento degli artificieri.

ANTONIO LE FOSSE