CalabriaInforma

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Polsi1Al Santuario della Madonna della Montagna a Polsi domenica 14 giugno  è iniziato il peligrinaggio dei fedeli   con il Corpus Domini.

In questo momento di allerta mondiale si elogia il gesto di volontariato dei ragazzi della "Cooperativa San Luca per l' Aspromonte" che presiedono l'area Sacra del santuario al fine di evitare l'assembramento in modo tale da poter tutelare la salute di tutti.

In particolare si ringrazia i ragazzi per  aver ripristinato con passione e amore la ringhiera del monumento di monsignor Giovinazzo,

Questa cooperativa è  una cooperativa di giovani ragazzi che rappresentano il volto del cambiamento per San Luca e Polsi. Sono consapevoli che la strada è tutta in salita ma per il loro coraggio e la loro voglia di vita non vanno trascurati o peggio abbandonati,  ma incentivati e aiutati. Giovani che amano il proprio territorio e che sono stanchi della solita etichetta che la maggior parte dei media da a San Luca e al Santuario della Madonna della Montagna.

Polsi2 Questi ragazzi con piccoli gesti hanno abbellito il Santuario. Faranno anche un servizio di ordine pubblico presidiando l'area Sacra e stando attenti che i pellegrini arrivati da ogni parte della Calabria e dal mondo rispettino il distanziamento sociale evitando l'assembramento.

Insomma, da Polsi parte la rinascita di una terra martoriata, aspra e montana, per usare termini che più mi piacciono.

Questi ultimi mesi, a causa della pandemia, sono stati mesi difficili per tutti,in particolare per i lavoratori, che in particolare oggi, ripogono viducia  e preghiere alla Vergine Madre di Polsi.

“Ripartiamo dal Santuario di Polsi” ha detto monsignor Oliva qualte tempo fa, dopo essersi posto in preghiera ai piedi dell’altare dove si trova collocata la statua in pietra della Madre del Divin Pastore. I

“Dobbiamo fare emergere i tanti lati belli del Santuario –ha detto il vescovo- dobbiamo far vedere l’immagine vera e corretta di questo luogo e non l’immagine diversa che spesso viene fatta passare. Questo Santuario è luogo di pietà, di preghiera e di carità, chi viene qua lo fa per pregare”.

Polsi3

Polsi4