CalabriaInforma
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

A proporre la confisca dei beni ai mafiosi fu Pio La Torre credendo fermamente che bisognava spezzare il legame tra il bene posseduto ed i gruppi mafiosi, marcando il confine tra l’economia legale e quella illegale. La sua proposta diventò legge, il 13 settembre del 1982, quattro mesi dopo il suo omicidio. Solo dopo quattordici anni con una legge di iniziativa popolare si parlò di destinare, o meglio restituire, questi beni alla società, questo avvenne con la Legge 109/96 dopo la raccolta di un milione di firme.

Ma veniamo a noi.

A Bovalino, il 4 dicembre 2019, avrà luogo la cerimonia di riconsegna alla comunità degli immobili confiscati alla criminalità organizzata.
I beni confiscati in Via Francesco Calfapetra sono stati adibiti come sedi della Biblioteca Comunale e del Centro per l'Impiego, 

Dopo tanti anni il progresso civile ha fatto un passo in avanti.

Nella stessa giornata un altro passaggio di consegna verrà realizzato sempre per fini sociali, ma stavolta nulla a che vedere con la confisca degli immobili alla criminalità organizzata.

S’inaugurerà la nuova sede del Sistema Bibliotecario Territoriale Jonico: da Bovalino Marina trasferita al locale dell’ex edificio scolastico sito in via Pendino, a Bovalino superiore.

Dobbiamo anche evidenziare che tale trasferimento non ha riscontrato pieno consenso della collettività che ha accolto malvolentieri tale azione.

Qui di seguito il programma della manifestazione:

ore 17.00: inaugurazione della nuova sede del Sistema Bibliotecario Territoriale Jonico a Bovalino superiore. A seguire un omaggio alle autorità presenti, da parte dei ragazzi di Bovalino superiore;

ore 17.30: appuntamento negli immobili siti in via F. Calfapetra per i saluti istituzionali di S.E. il Prefetto di Reggio Calabria, dott. Massimo Mariani; del Questore di Reggio Calabria, dott. Maurizio Vallone; del Presidente del Tribunale di Locri, dott. Rodolfo Palermo; del Procuratore della Repubblica presso il tribunale di Locri, dott. Luigi D’Alessio; S.E. il Vescovo di Locri-Gerace, Monsignor Francesco Oliva; del Presidente della Giunta Regionale, On. Mario Gerardo Oliverio; del Sindaco di Bovalino, avv. Vincenzo Maesano.

Modera l’evento: la dottoressa Maria Teresa Ripolo.

Al termine della cerimonia un aperitivo a buffet di ringraziamento.