CalabriaInforma
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

20180802213619 5038In relazione alle polemiche occasionate dall'attività di riaccertamento straordinario dei residui presso il comune di San Luca si osserva che il diritto all’espressione e all'informazione, è un diritto di tutti, che non deve né può diventare il privilegio di pochi.
Il riaccertamento straordinario dei residui è un obbligo di legge a cui il Comune di San Luca non si poteva sottrarre, e al quale ha adempiuto correttamente. Nessun dissesto, nessuna anomalia, è stato dato corso a precise previsioni di legge, a garanzia del principio di veridicità del bilancio. Il disavanzo tecnico è posto a garanzia degli equilibri di bilancio e non va interpretato come un indice negativo. E’ un dato tecnico che scaturisce da un obbligo di riaccertamento straordinario dei residui previsto dal nuovo sistema di contabilità (decreto Legislativo n. 118/2011). Obbligo e non facoltà per tutti i Comuni.  

Le casse del Comune di San Luca sono in perfetto allineamento con i presupposti gestionali richiesti dalla finanza pubblica. Nient’altro, neppure per scoop gratuiti creati ad arte da avventurieri in cerca di vanagloria, ai quali andrebbe ricordato che gestire la cosa pubblica non è come vincere un biglietto al luna Park, ma implica assunzione di responsabilità, e rinuncia ai facili sensazionalismi..!!*In ogni caso quando la responsabilità di raccontare la verità è nelle mani degli operatori, siano essi giornalisti, o opinionisti e quant’altro, chiamati a veicolare un messaggio diretto al pubblico, il dovere della completezza, dell’obiettività e dell’imparzialità non è derogabile, altrimenti l'informazione diventa uno “sfogatoio” attraverso il quale, anche al fine di screditare, si danno alla stampa e poi ai lettori notizie prive di fondamento, confezionate evidentemente senza minima conoscenza delle norme in materia di enti locali.Per rimanere fuori da agoni politici che non mi appartengono, finora ho preferito tacere anche su altre tematiche, confidando nel fatto che i risultati sono sotto gli occhi di tutti e da tutti verificabili. Ma la buona educazione a volte non basta.

Il bilancio del Comune di San Luca è assolutamente in linea con gli equilibri di bilancio richiesti dalla vigente normativa. Il Comune di San Luca, lo si precisa perché consti anche ai ricercatori di scoop ad ogni costo, non ha mai prodotto un disavanzo ulteriore oltre quello tecnico derivante dal riaccertamento straordinario dei residui, né mai si è trovato in condizione di deficitarietà strutturale. Il Comune di San Luca, questo si invece, è stato in questi anni, in ambito provinciale, il primo o tra i primi ad approvare il bilancio. E ancora nel bilancio dell'ente gli equilibri di parte corrente sono pienamente rispettati, in armonia con il dettato normativo. Tutte le scelte durante la gestione commissariale hanno avuto come principale obiettivo quello della salvaguardia degli equilibri di bilancio e la Corte dei Conti non è mai intervenuta per segnalare alcun tipo di criticità, ma solo, come è normale, per richiedere documentazione, non operando rilievi di sorta. I bilanci preventivi e consuntivi sono tutti depositati sul portale della trasparenza del Comune e i rendiconti, entro 60 giorni dalla loro approvazione, sono stati sempre inviati alla Corte dei Conti. Come richiede la legge, il riconoscimento dei debiti fuori bilancio provenienti da gestione passate e tutte le situazioni sanate in questi ultimi anni, consentiranno all’Amministrazione futura di non caricarsi di debiti pregressi e di guardare al futuro con serenità. E' stata la la gestione commissariale a guardare volutamente al passato, e ciò per dare certezza ai valori riportati nel bilancio comunale e creare i presupposti perché le future amministrazioni possano operare in una realtà sana, produttiva e trasparente. Sia chiaro, per legge un Comune può raggiungere un indebitamento pari al 10 per cento delle entrate accertate ai primi tre titoli. Il Comune di San Luca rimane ben al di sotto di tale limite: al 3.03 per cento. Per questo vorrei ringraziare tutti gli Uffici comunali e il personale di supporto, per aver gestito il bilancio in modo così straordinario e trasparente; a loro va tutto il mio riconoscimento per l’impegno e la competenza con i quali hanno onorato la loro funzione, consentendo una gestione degli adempimenti amministrativo-contabili perfettamente regolare. Da parte mia posso sicuramente affermare, con convinzione, che è stato centrato l’obiettivo di lasciare il Comune in condizioni migliori di come l’ho trovato, ponendo così rimedio a una situazione caratterizzata da una ingente massa di debiti, anche fuori bilancio, da riconoscere e finanziare per evitare il dissesto finanziario. Chiunque può peraltro venire in Comune e visionare e estrarre copia di qualsiasi documento.